paprika affumicata

2,406,00 Iva inclusa

Paprika affumicata – Origine: Spagna

La paprika, è una polvere rossa che si ottiene dal peperone essiccato (non dal peperoncino!), dopo che è stata rimossa la parte bianca. A seconda che si macinino anche la parte interna alla quale sono attaccati i semi del peperone può diventare dolce (senza placenta) o piccante.

La paprika affumicata non è piccante ma ha un inconfondibile aroma intenso e avvolgente che si sposa perfettamente con piatti di carne o pesce al forno o alla griglia (ad esempio il salmone). Si accompagna bene anche ai formaggi stagionati o freschi e ai legumi. Prova la nostra ricetta di zuppa di legumi alla paprika.

Svuota
Categoria: ID Prodotto N/A

Descrizione

Paprika affumicata – Origine: Spagna

La paprika, è una polvere rossa che si ottiene dal peperone essiccato (non dal peperoncino!), dopo che è stata rimossa la parte bianca. A seconda che si macinino anche la parte interna alla quale sono attaccati i semi del peperone può diventare dolce (senza placenta) o piccante.

Il peperone fu introdotto in Europa dai Turchi e diventò famoso nel 1938 come principale fonte dell’acido ascorbico, in grado di prevenire e sconfiggere la malattia dello scorbuto.

Come si abbina la paprika affumicata

La paprika affumicata non è piccante ma ha un inconfondibile aroma intenso e avvolgente che si sposa perfettamente con piatti di carne o pesce al forno o alla griglia (ad esempio il salmone). Si accompagna bene anche ai formaggi stagionati o freschi e ai legumi.

La ricetta: zuppa di legumi alla paprika affumicata

La zuppa di legumi può diventare facilmente un piatto unico, se associata a qualche verdura. L’aggiunta della paprika affumicata darà un aroma speciale e un gusto più intenso al piatto.

Ingredienti:

  • Legumi: potete scegliere quelli che preferite, facendo attenzione a scegliere quelli che hanno lo stesso tempo di cottura (attenzione all’ammollo!). Noi vi consigliamo:
    • borlotti
    • cannellini
    • fagioli rossi
    • ceci
    • fave
    • cicerchie
  • 1 carota e 1 cipolla
  • 1 gamba di sedano
  • uno spicchio d’aglio
  • brodo vegetale
  • 1 cucchiaino di paprika affumicata
  • olio evo
  • qualche foglia di alloro
  • sale e pepe

Preparazione:

  • Dopo aver messo in ammollo i legumi per una notte con un po’ di sale grosso (non bicarbonato!), sciacquateli sotto l’acqua e scolateli.
  • In una pentola dai bordi alti fate soffriggere la cipolla, la carota tritata finemente, il sedano e l’aglio.
  • Aggiungete i legumi e copriteli con il brodo vegetale, abbassando la fiamma. Mettete nella pentola anche l’alloro, aiuterà ad evitare il fastidio intestinale dei legumi (va bene anche l’alga kombu).
  • Aggiungete la paprika affumicata e fate cuocere per almeno 40 minuti a fuoco basso. Servite accompagnando con sfiziosi crostini.

Buon appetito!

Lo sapevi che?

Le spezie sono conosciute già dall’epoca degli antichi Egizi (e forse anche prima) ed erano usate non solo allo scopo di insaporire i cibi, ma anche di conservarli meglio e per i loro poteri curativi in medicina e farmacia. Le spezie si distinguono dalle erbe aromatiche perché in genere sono essiccate (e polverizzate) mentre le erbe talvolta possono essere usate fresche.

Conservazione

Le spezie hanno la particolarità di durare molto a lungo, perché sono polveri essiccate. Va però presa qualche precauzione per non alterarne il gusto o il colore. Preferisci sempre un barattolo in vetro, ermetico. Riponilo in un luogo buio, non esposto al sole, per non far scolorire la tua spezia. Quando le spezie invecchiano troppo non fanno male ma perdono di intensità.

Informazioni aggiuntive

Confezione da

50 gr., 100 gr., 150 gr.